Sgarbi Aldino srl | Impianti idraulici, impianti di condizionamento, riscaldamento, idrico-sanitari, energie rinnovabili

Impianti di riscaldamento a risparmio energetico. Riscaldamento acqua sanitaria con pannelli solari termici, senza utilizzare gas o elettricità; impianti solari per l'acqua calda sanitaria a circolazione naturale e a circolazione forzata.

Impianti idraulici

Climatizzazione integrale
Impianti di condizionamento
Impianti termoidraulici

Energia solare per riscaldamento acqua sanitaria.

Una delle fonti di energia alternative più note è certamente costituita dai pannelli solari.
Come ben sappiamo, infatti, essi consentono di trasformare l'energia proveniente dal Sole sulla Terra in energia utile e calore per le attività dell'uomo.
A seconda dell'utilizzo, i pannelli solari si dividono in fotovoltaici (finalizzati alla produzione di energia elettrica) e termici (volti al riscaldamento dell'acqua sanitaria).
Quali sono i vantaggi?
Indubbiamente i principali benefici derivanti dall'uso dei pannelli solari vedono riscontro nell'opportunità di ottenere energia elettrica e riscaldamento dell'acqua sanitaria senza utilizzare gas o elettricità: sostituendosi quindi al comune scaldabagno elettrico o caldaia a gas, ci consentono un notevole risparmio di spese in bolletta. Si calcola infatti che, in Italia, l'insolazione media annuale sia di 1500 kWh/m²: ipotizzando un rendimento medio dei pannelli solari termici, con 160.000 metri quadri di pannelli solari installati in una qualsiasi regione italiana le famiglie risparmierebbero in bolletta circa 8 milioni di metri cubi di metano in meno per il riscaldamento dell'acqua sanitaria tramite la caldaia a gas o circa 80 Gwh di energia elettrica altrimenti utilizzata dagli scaldabagno elettrici.
(informazioni tratte da www.ecoage.it / www.ecorete.it)

Pannelli solari termici

I pannelli solari termici ci consentono di sfruttare l'energia proveniente dal Sole per il riscaldamento dell'acqua sanitaria, che tutti i giorni utilizziamo per lavarci le mani, fare la doccia, lavare le stoviglie, etc.
In quest'ottica il Sole ha un ruolo determinante: si calcola infatti che può regalarci tranquillamente fino al 95% della quantità d'acqua di cui necessitiamo giornalmente.
Gli impianti solari per l'acqua calda sanitaria si dividono in due tipologie:

  • a circolazione naturale, consigliati nel caso in cui il nucleo famigliare sia di 2-3 persone nel Nord Italia, o 3-4 persone nel Sud Italia, o si abbia a disposizione un tetto piano, o un sottotetto robusto. Sono costituiti da uno o più pannelli solari, da un serbatoio d'accumulo dell'acqua calda (detto anche boiler o accumulatore) e da una struttura di fissaggio per tetti piani o per sottotetto;
  • a circolazione forzata, indicati per un numero di famigliari di 3 o più persone, oppure se non si ha a disposizione un sottotetto molto robusto, o se si vuole essere liberi di posizionare il serbatoio in un qualsiasi locale della propria abitazione. Sono costituiti, oltre che dai pannelli e dal serbatoio, da un kit di fissaggio dei pannelli per tetti a tegola, da una pompa elettrica (controllata da una centralina solare) che permette la circolazione della miscela acqua-glicole dai pannelli solari al serbatoio e viceversa, ovunque il serbatoio sia installato all'interno dell'abitazione.